Il trampolino di lancio ideale per Rio 2016

Il conto alla rovescia per la seconda tappa degli Internazionali d’Italia Series è iniziato. A Milano fervono i preparativi per lunedì prossimo quando al Monte Stella i più grandi campioni della mtb internazionale si sfideranno regalando uno spettacolo incredibile. I tifosi ormai contano i giorni che ci separano a Pasquetta e al grande ritorno del cross country in città.
Grande entusiamo per l’appuntamento viene dimostrato anche dalle autorità locali e dai massimi vertici federali come dimostrano le parole di Antonio Rossi, Assessore allo Sport e alle Politiche per i giovani di Regione Lombardia. «Abbiamo deciso di patrocinare la tappa degli Internazionali che si terrà a Milano alla Montagnetta di San Siro perché riteniamo che sia un modo bellissimo di promuovere lo sport e il turismo nella nostra regione. Riscoprire l’attività sportiva, in questo caso di altissimo livello, attraverso la mtb che riesce a fondere insieme la fatica e la passione con il rispetto dell’ambiente che ci circonda è un’idea che va sostenuta insieme alla valorizzazione dei tanti luoghi dove in Lombardia si può praticare questo sport».
Il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco dal canto suo sottolinea la crescita del settore fuoristrada e la continuità del territorio nell’esprimere interesse per questa attività: «Il ritorno della mtb alla Montagnetta di Milano, che ha accolto per anni il fuoristrada ed i suoi campioni, è un trampolino di lancio per l’Italia verso i Giochi di Rio de Janeiro 2016. In questo anno olimpico è importante evidenziare il ruolo svolto dal circuito degli Internazionali d’Italia Series, con la Montagnetta in seconda frazione, per la crescita qualitativa e mediatica della mtb italiana. Il grande interesse che questo circuito raccoglie, di pubblico e di sponsor e, soprattutto, da parte degli atleti di rango mondiale, dimostra quanto la disciplina olimpica possa essere trainante anche per i più giovani. Avanti tutta, quindi, la Montagnetta di San Siro è il teatro ideale per lo spettacolo che la mtb sempre regala, per mettere in luce i bikers già eccellenti e far nascere, nel contempo, giovani talenti».
Paolo Garniga, Presidente nazionale FCI settore Fuoristrada, aggiunge: «Il Circuito Federale Internazionali d’Italia Series è nel corso degli anni divenuto un importante punto di riferimento del calendario Internazionale. Quest’anno ha compiuto un ulteriore salto di qualità, diventando le singole organizzazioni una Squadra con un unico obiettivo: crescere ancora, invogliare nuovi sponsor ad investire, garantire agli stessi una “vetrina” accattivante, con gare della specialità olimpica, nell’anno delle Olimpiadi. Sono certo si confermerà pertanto manifestazione dagli alti contenuti tecnici e sportivi. Un suo punto di forza è l’aver favorito l’espansione della MTB su tutto il territorio italiano. Il cross country ha dimostrato di sapersi adattare a qualsiasi territorio, il suo habitat non è limitato a montagne e boschi, ma sa entrare anche  nelle città. Gli Internazionali d’Italia Series sono quindi espressione di sinergia, di gioco di squadra, di quel “fare assieme” indispensabile nello sport, di quel far sistema che ha portato a risultati davvero positivi. Un gioco di squadra ideato e portato avanti da FCI, dal Settore Fuoristrada, dai singoli Organizzatori che con riconoscenza ringraziamo, per quanto hanno fatto e faranno. Nello specifico, per la tappa di Milano, un ringraziamento per l’impegno e la competenza tecnica va ad Alberto Valenti, coordinatore del team organizzatore che, facendo leva sull’entusiasmo e la dedizione di moltissimi volontari, proporrà un circuito che sono certo esalterà gli atleti in gara e ne usciranno quei contenuti spettacolari che renderanno “unica” questa manifestazione. Solo un anno fa ne abbiamo cominciato a parlare, sembrava quasi una follia, ma si sa che nel Fuoristrada un po’ di “sana follia” non guasta ed aiuta a centrare gli obiettivi».
La starting list della corsa si sta arricchendo giorno dopo giorno, con la conferma di campioni di grande calibro a partire dall’iridato Nino Shurter. Cresce anche l’interesse mediatico legato alla manifestazione, alla quale Bike Channel dedicherà un ampio servizio nella serata del 1° aprile.

No Replies to "Il trampolino di lancio ideale per Rio 2016"


    Got something to say?

    Some html is OK